Piatto degli avanzi della sontuosa tavola dei nobili genovesi, fatto di pesce, verdura e salsa verde, una salsa piena del carattere tutto zeneize.

Incerta la provenienza del suo nome. Piatto un tempo povero oggi ricchissimo negli ingredienti e nella decorazione, sta ad indicare il suo consumo durante il periodo quaresimale anche se oggi è il nostro opulento antipasto di Natale. Forse un piatto dei marinai. Il pesce pescato, la galletta per le lunghe traversate e le verdure molto probabilmente a disposizione nel giardinetto, la zona a poppa della nave dove il comandante coltivava un piccolo orto.

E poi il cappone, non la carne ma il pesce cappone, che in dialetto genovese dicono essere la gallinella, oppure un richiamo al ‘chapon’ francese, un crostone di pane tostato strofinato con aglio, ideale per le zuppe.

O ancora un richiamo alla caponadda, piatto povero con tonno, fagiolini, olive, cipolla, pomodori e ancora la galletta del marinaio.

E nelle varie versioni dei libri di cucina regionale anche l’ipotesi secondo cui cappon magro sta solo a rimarcare la delicatezza di questo piatto in contrapposizione alla maestosità di un ricco piatto di cappone.

Print Recipe
Cappon magro
ricetta della scuola di cucina Creattivando, di Genova.
Porzioni
Ingredienti
Per la salsa verde:
Porzioni
Ingredienti
Per la salsa verde:
Istruzioni
Per la salsa verde:
  1. Pulire le foglioline di prezzemolo e unire tutti gli ingredienti nel frullino e lavorare fino a ottenere una soffice salsa cremosa.
Cappon magro monoporzione:
  1. Bollire le verdure e il pesce. Bagnare la galletta del marinaio con aceto e acqua per ammorbidirla (in mancanza della galletta usare una fetta sottile di pane) Posizionare su un pirottino in alluminio la pellicola trasparente che ben aderisca. Cospargere il fondo di salsa verde (mezzo cucchiaino). Creare uno strato ben pressato con la patata bollita, stessa cosa col pesce (precedentemente condito con poco olio e sale) poi uno strato di carote tagliate a rondelle. Procedere alternando strati di pesce, di verdure e di salsa verde. Chiudere con la galletta, precedentemente ben strizzata e sigillare con la pellicola. Mettere in frigo una mezz'oretta. Preparare il piatto con un decorazione di salsa verde, aprire la pellicola trasparente, capovolgere il pirottino, togliere definitivamente la pellicola. Decorare a piacimento con le verdure.
Condividi questa Ricetta
Share: